Archivio   
   CERCA  
  RIMINI
Ascolta la canzone Rimini
di F. Bejor

clicca qui
   CONTATTI
 NEWSLETTER

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
Inserisci i tuoi dati:


Informativa sulla Privacy
Accetto
  ATTIVITA' DI RENZI
  La sua Storia
  Fratelli d'Italia Rimini
  Renzi in Comune
  Renzi in Regione
  Rassegna Stampa
  I Nostri Volantini
  Altri Documenti
  Contatti
  Links
  RSS
  Home
  APPUNTAMENTI
Banchetti: IL LUNGOMARE CHE VOGLIAMO!
Sabato 28/05/16 dalle ore 10.00 alle 19.00 Piazza Tre Martiri
Domenica 29/05/16 dalle ore 10.00 alle 19.00 Piazzale Boscovich 
Archivio   
  FOCUS RSS

Caso Terremerse: "Errani finanzia Errani". Dopo il mio esposto, indagato per truffa il fratello del governatore!

Servizi per il Dirirtto alla Studio Universitario: la nuova Legge della Regione, un brutto pasticcio!

Cure odontoiatriche: una vera e propria telenovela tra la chiusura e l'ottusità della Regione e la nostra mozione
 Archivio   
  documenti trovati • pag. di 0  
  Notizie RSS
   
 

Riproposto dal Cons. Renzi il Tunnel sotto il fondale del Porto per collegare P.le Boscovich alla Darsena e a San Giuliano Mare.
 
 

 17.05.2018

Ho richiamato nell’ultimo Consiglio Comunale l’attenzione della  l’Amministrazione Comunale sull’esigenza di un collegamento pedonale tra Piazzale Boscovich e la  Darsena, visto che non c’è alcun progetto in merito.

Infatti, i riminesi e i turisti che si trovano in Piazzale Boscovich e sul Molo di Levante, non possono accedere alla bella passeggiata sopraelevata della Nuova Darsena, all’ampia piazza di 5000 mq. per spettacoli, ai  bar, ristoranti, e ridurre l’isolamento delle attività economiche e degli alberghi di San Giuliano Mare.

Sono ormai passati 20 anni dalla inaugurazione della Nuova Darsena, ma rimane come collegamento pedonale il piccolo traghetto dal Faro al Ristorante Quattro Colonne, funzionante solo nei mesi estivi e ad orari discontinui.

La zona di San Giuliano è raggiungibile da Marina Centro dopo un lungo percorso attraverso il Ponte della Resistenza  che molti turisti non conoscono e gli stessi riminesi solitamente non praticano.

Ricordo che l’Amministrazione Comunale, per l’approvazione nel 2001 della “ Variante per il complesso residenziale La Prua”, retrostante la Darsena, aveva ottenuto dalla proprietà 3.000.000 di euro come “oneri di urbanizzazione” da utilizzare per migliorare l’accessibilità di San Giuliano Mare che, però, è rimasta tale e quale.  

Per questo, ho riproposto una Mozione, dopo le precedenti del 15.7.2010 e 12.3.2015 non discusse nel Consiglio Comunale,  per progettare e realizzare “ un tunnel sottomarino, sotto il fondale del Porto Canale, per collegare Piazzale Boscovich alla Darsena.”

Sulla base del parere di esperti di “opere marittime” il progetto del “ tunnel sottomarino” è fattibile e compatibile in quanto consente il passaggio naturale delle barche da diporto e dei pescherecci, è rispettoso del paesaggio e dell’ambiente.

Altre idee progettuali sono improponibili  come un Ponte alto 40 m. all’ingresso del Porto per gli alti costi di realizzazione e l’impatto ambientale, o un Ponte “mobile” per la continua e costosa manutenzione ( vedi il Ponte di Cattolica) e il rispetto degli orari di entrata e uscita del Porto:

Visto che nel 1994 è stato inaugurato il Tunnel sottomarino di 50 Km. sotto il Canale della Manica, costituito da tre gallerie parallele, collegate tra loro, due ferroviarie e una carrabile per il traffico su gomma, dopo  25 anni, nel 2018, con un pò di innovazione si possono attraversare i 50 metri del Porto Canale di Rimini.    

Sarebbe un’opera qualificante per la nostra costa.   


 
  Tags:

Leggi tutto
 
   
 
 
  Comments

 
   
 

La valorizzazione dell’offerta commerciale sui Viali della Marina non può prescindere dalla riqualificazione urbana!
 
 

 4.05.2018

L’approvazione del Regolamento Comunale per la valorizzazione dell’offerta commerciale non basta,  ora deve essere attuato e fatto rispettare dai controlli della Polizia Municipale.

Come dovrebbe essere per il Regolamento di Polizia Urbana con i comportamenti vietati ( mendicanti nel Centro Storico, parcheggiatori abusivi all’Ospedale, lavavetri sulla Circonvallazione, ecc.) e con il Regolamento COSAP di occupazione del suolo pubblico senza regolari autorizzazioni.

Il Regolamento recepisce le  nostre richieste avanzate per anni partendo dall’Osservatorio del Borgo Marina: le vetrine dei negozi utilizzate come “pareti” per l’esposizione della merce rivolta all’interno e non all’esterno, gli scatoloni di cartone ripieni di merce all’ingresso e all’esterno dei negozi, la merce appesa alle serrande, i carrelli parcheggiati sui marciapiedi, riservati ai pedoni.  

Il carattere “generalista” del Regolamento con prescrizioni valide per tutto il territorio comunale è un limite che si potrebbe superare con l’approvazione dei Progetti di Area per zone urbane omogenee e con una Regolamentazione specifica di dettaglio, più compatibile con il luogo,  riguardante la dimensione degli spazi espositivi, i numeri degli espositori, dei manichini, le caratteristiche tecniche ed estetiche delle attrezzature.

I  Progetti d’Area sono previsti nel Regolamento, ma visto che i due emendamenti presentati dal Consigliere Renzi per procedere con la loro attivazione sono stati respinti ieri sera dalla maggioranza consigliare, dubito che la Giunta Comunale voglia approvarli.  

Così, la riqualificazione commerciale, dei negozi, delle vetrine,  non può prescindere da una riqualificazione  urbana complessiva a cominciare dall’arredo urbano.   

L’arredo urbano sui Viali della Marina è fatiscente o inesistente, occorrono interventi straordinari di vera e propria riqualificazione, di riprogettazione, di rifacimento e ampliamento dei marciapiedi, della illuminazione pubblica, dopo decenni di immobilismo delle Amministrazioni Comunali.

Occorrono parcheggi per cicli e moto che occupano disordinamente i marciapiedi.

Ci vuole il Regolamento dell’Arredo Urbano specifico per i Viali della Marina che ripristini la presenza del verde, disciplini la raccolta dei rifiuti, la pulizia della pavimentazione.

L’ultima operazione di restayling degna di nota, è stata quella su Viale Vespucci, 28 anni orsono, con le “ capottine” sostenute da strutture in ferro che sopravvivono o sono abbandonate dalle attività cessate, assieme alle fioriere poche e non curate.

E’ ora che l’Amministrazione Comunale faccia la propria parte !    

.

 
  Tags:

Leggi tutto
 
   
 
 
  Comments

 
   
 

Sentenza della Corte dei Conti per il Capo di Gabinetto senza laurea. Pagano il Sindaco Gnassi e gli Assessori. Inascoltato il Cons. Renzi: danno al Comune evitabile!
 
 

 30.04.2018

La Corte dei Conti ha respinto l’appello del Sindaco Gnassi e degli  Assessori della sua prima Giunta, condannati nel dicembre 2014 per la nomina in cat. D del Capo di Gabinetto Sergio Funelli, senza il titolo necessario della laurea, con danno erariale  al  Comune di 61.481 euro.

Avevo sollevato con una prima interrogazione consigliare del 22.12.2011 il mancato rispetto del Regolamento Comunale per l’Organizzazione degli Uffici e dei Servizi, che prevede la laurea per i posti di categoria D, da parte del Sindaco e della Giunta che avevano approvato l’inquadramento del Capo di Gabinetto senza il prescritto titolo di studio.

Se il Sindaco  mi avesse ascoltato sulle ragioni della irregolarità di quella nomina,  il Comune di Rimini non avrebbe patito il  danno di 61.481 euro , che, ora, il Sindaco e il Segretario Generale ciascuno per 16.457 euro  e  gli Assessori ciascuno per  4.081 euro, devono rifondere.  

Dinnanzi alla presunzione e supponenza del Sindaco non mi era rimasto che presentare un esposto alla Corte dei Conti il 23.1.2012 per evitare il danno economico al Comune.

Avevo presentato, poi, una seconda interrogazione consigliare al Sindaco il 26.9.2013 trasformata in Mozione con la quale chiedevo di accertare, quantificare e rifondere il danno economico subito dal Comune da parte del Sindaco, Assessori e Segretario Generale responsabili per l’inquadramento del Capo di Gabinetto, riconosciuto irregolare dalla Corte dei Conti.

Anche la Mozione, discussa nel Consiglio Comunale del 5.6.2014, veniva respinta con il voto contrario dei tredici consiglieri di maggioranza, per appello nominale, (Allegrini, Bertozzi, Fraternali, Gallo, Galvani, Giorgetti, Mancini, Mazzocchi, Morolli, Pazzaglia, Piccari Enrico, Pironi e Zoffoli) difronte ai 7 voti favorevoli della minoranza ( Camporesi, Casadei, Franchini, Giudici, Mauro, Renzi, Tamburini).

Alla fine ci sono volute l’indagine e la sentenza della Corte dei Conti  per ottenere il regolare inquadramento, in categoria C, del Capo di Gabinetto del Sindaco Gnassi e il rimborso del danno economico al Comune.


 
  Tags:

Leggi tutto
 
   
 
 
  Comments

 
   
 

Un po’ di cura e rispetto per due edifici della nostra Università!
 
 

 27.04.2018

Ritengo doveroso segnalare lo stato di degrado del portone di legno d’ingresso della Facoltà di Farmacia del Campus Universitario di Rimini  nell’ex immobile “Navigare Necesse “ di Via Dei Mille che presenta vistosi “ buchi” nella parte inferiore e l’assenza totale di ogni manutenzione.

Sono due tre anni che il “portone” continua a perdere i suoi  “listelli” di legno e i suoi buchi si allargano e aumentano, nonostante mi sia rivolto  2/3 volte al personale dipendente addetto all’ingresso dell’Università per  chiedere il necessario restauro ed evitare l’estendersi dei danni ad uno” storico”portone di legno, il cui rifacimento oggi costerebbe parecchie migliaia  di euro.  

Visto che perdura l’assenza di ogni intervento, non penso debba rivolgermi al Rettore del Campus Universitario di Rimini.

Nell’occasione, richiamo l’attenzione di Anthea sulle “erbacce” alte più di un metro di fronte all’ingresso di un altro edificio universitario, il  Tecnopolo di Rimini di  Via Dario Campana. Anche questa non è una bella immagine!

La cura e diligenza verso questi edifici pubblici per i quali il Comune di Rimini e la Regione hanno speso parecchi milioni per la loro ristrutturazione e destinazione a sedi della Università riminese non dovrebbero essere la normalità ?

 
  Tags:

Leggi tutto
 
   
 
 
  Comments

 
   
 

Recepite le richieste del Consigliere Renzi nel Regolamento Comunale contro il degrado dei “bazar”.
 
 

 24.04.2018

E’ stato discusso e approvato questa mattina in Commissione Consigliare il Regolamento Comunale per la valorizzazione dell’offerta commerciale del Comune di Rimini.

Riconosco con piacere che negli art. 4 e 5 sono state recepite le mie  richieste reiterate dal 2015 al 2017  con le interrogazioni consigliari per contrastare il degrado dei “bazar” dal Borgo Marina alle attività similari in altre luoghi della città.

E’ da anni, sotto gli occhi di tutti, l’esposizione selvaggia delle merci senza rispetto per il decoro e l’immagine dell’ambiente urbano, che con il Regolamento è finalmente vietata :

I negozi dei “bengalesi”, con  gli scatoloni di cartone riempiti di merce a terra e all’esterno delle vetrine dei negozi

Le vetrine dei negozi  ridotte a pareti cariche di merci  rivolte all’interno invece di essere utilizzate per l’esposizione  .

I “carrelli” per il trasporto degli imballaggi o delle merci parcheggiati “normalmente” sui marciapiedi di Corso Giovanni XXIII, spazio pubblico riservato al passaggio dei i pedoni.

Gli imballaggi svuotati della merce accantonati all’esterno dei negozi sui marciapiedi in attesa della raccolta rifiuti.

La merce, soprattutto dei negozi lungo i viali della nostra marina,  appesa  alle serrande e a tutti i possibili appigli esterni.

Indubbiamente,  Il Regolamento ha un  carattere “generalista”,  per cui sarebbe necessaria la regolamentazione delle attività, specifica per le zone   omogenee, come i Viali della nostra Marina, con i previsti Progetti di Area, per consentire quella urgente riqualificazione nell’interesse di tutti gli operatori ( commercianti, ristoratori, albergatori), e nell’interesse pubblico della città.

Certo, non basta il Regolamento, sono fondamentali per il suo rispetto i controlli della Polizia Municipale con un adeguato organico,  e le Sanzioni, oltre a quelle minime pecuniarie da 100 a 600 euro, che per i “recidivi”  devono prevedere la chiusura immediata dell’esercizio e il sequestro delle merci esposte.  

Comunque, dopo il mancato accoglimento delle mie Mozioni “Regolamento per la tutela e la promozione della identità di Rimini”, “Viale Vespucci e Marina da riqualificare”, “ Borgo Marina: interventi contro il “bazar afro-asiatico”,  mi sembra già un passo in avanti.,


 
  Tags:

Leggi tutto
 
   
 
 
  Comments

 
 
   BATTAGLIE DI RENZIRSS
Archivio  
  NOTIZIE RSS
Riproposto dal Cons. Renzi il Tunnel sotto il fondale del Porto per collegare P.le Boscovich alla Darsena e a San Giuliano Mare.
La valorizzazione dell’offerta commerciale sui Viali della Marina non può prescindere dalla riqualificazione urbana!
Sentenza della Corte dei Conti per il Capo di Gabinetto senza laurea. Pagano il Sindaco Gnassi e gli Assessori. Inascoltato il Cons. Renzi: danno al Comune evitabile!
Un po’ di cura e rispetto per due edifici della nostra Università!
Recepite le richieste del Consigliere Renzi nel Regolamento Comunale contro il degrado dei “bazar”.
Archivio  
  IL BLOG DI RENZI
Archivio  
   FOTO GALLERY
Archivio  
Privacy   Cookies
©copyright Gioenzo Renzi 2008