E’ intollerabile: gli spacciatori stranieri, accolti a Rimini per motivi umanitari, vanno subito espulsi dall’Italia !

 17/10/2017

Grazie alla presenza di una pattuglia di Carabinieri, questa mattina al Parco Cervi, difronte all’Arco di Augusto, gli spacciatori di droga si sono tenuti “alla larga” da uno dei loro punti di ritrovo.

Chiaramente il problema non è risolto, gli spacciatori restano, gironzolano nei dintorni, in attesa di ritornare con la “calma”.

Per questo, nella Commissione di questa mattina, ho chiesto all’Ass. Sadegholvaad provvedimenti della Amministrazione Comunale contro il diffuso  spaccio della droga nella nostra città, che è un problema grave e preoccupante per la legalità, la sicurezza, la salute dei cittadini e in particolare dei giovani.

Il Sindaco deve chiedere al Prefetto la convocazione immediata del Comitato per l’Ordine Pubblico e la Sicurezza per liberare permanentemente con la collaborazione delle Forze dell’Ordine il Parco Cervi e la zona circostante l’Arco d’Augusto( Vicolo Montironi, dinnanzi al Liceo Valgimigli, Vicolo del Voltone) dagli spacciatori.
;
E’ necessaria l’installazione delle Telecamere nel Parco e nella zona circostante l’Arco di Augusto per individuare gli spacciatori e arrestarli, per non spostare il problema altrove ma per contrastare lo spaccio ovunque, nella città.;

Gli spacciatori stranieri vanno espulsi subito dall’Italia.

E’ incredibile, dietro la nostra domanda, come fanno a vivere questi ragazzotti stranieri a Rimini, ben vestiti, con cellulari di ultima generazione,  apprendere dall’Assessore Sadegholvaad che si tratta di immigrati ,  accolti per  motivi umanitari,  ospitati a Rimini dalle Associazioni con  vitto e alloggio gratis.

A maggior ragione è intollerabile : vanno revocati subito i loro permessi di soggiorno ed espulsi immediatamente nei paesi d’origine.

Ho richiesto di istituire i Nuclei Cinofili della Polizia Municipale, per contrastare lo spaccio, per controllare i parchi, per la sicurezza degli Agenti, per fare fronte alla carenza di organico della P.M.

L’Assessore, dopo la bocciatura della mia Mozione,  quattro anni fa, non può continuare a giustificarsi con la mancanza di risorse quando le entrate di bilancio  con le “multe” della P.M-.  ammontano a 10 milioni di euro.

Così va incrementato il servizio notturno della Polizia Municipale, dalle ore 1 alle 7 del mattino, che non può essere solo nei mesi estivi o nel fine settimana, per contrastare la micro-criminalità, per la vigilanza sulla città, e far rispettare il Regolamento di Polizia Urbana ( vendita alcool, scritte sui muri, schiamazzi, degrado urbano, ecc.);   

Infine, per contrastare lo spaccio e la lotta alla droga, ho chiesto che  l’Amministrazione Comunale promuova una campagna di informazione ai giovani nelle scuole sui danni irreversibili provocati dalla droga alla salute.

 
 

Tags: